SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Integrazione scolastica per allievi con disabilità: al via a Torino un accordo di programma

Fanno parte dell’accordo i Comuni di Collegno e Grugliasco, l'Asl TO3, il consorzio socio assistenziale della zona ovest e le istituzioni scolastiche. A proporlo la consigliera delegata ad istruzione e formazione, Barbara Azzarà: “ogni soggetto coinvolto è impegnato ad investire le risorse necessarie per garantire azioni di integrazione”

5 luglio 2018

ROMA – Con una delibera approvata all'unanimità dal Consiglio metropolitano, su proposta della consigliera delegata ad istruzione e formazione Barbara Azzarà, la Città metropolitana di Torino dà vita ad un accordo di programma sul tema dell'integrazione scolastica per gli allievi con disabilità. A beneficiarne è il territorio metropolitano della zona ovest e dell’accordo fanno parte i Comuni di Collegno e Grugliasco, l'Asl TO3, il consorzio socio assistenziale della zona ovest e le istituzioni scolastiche "Un'intesa triennale - spiega Barbara Azzarà - frutto di un lavoro di squadra: ogni soggetto coinvolto è impegnato ad investire le risorse necessarie per garantire azioni di integrazione, a cominciare dai contributi per l'assistenza specialistica e per il trasporto previsti nel Piano della Città metropolitana, l'eliminazione delle barriere architettoniche, la fornitura di arredi scolastici adatti, le azioni specifiche di orientamento, senza dimenticare, nella formazione professionale, gli interventi di sostegno all'integrazione nei percorsi ordinari e i percorsi dedicati previsti nei bandi rivolti ad agenzie formative".
 
Finalità dell'intesa è qualificare interventi di sistema per l'inclusione scolastica e garantire agli studenti in certificata situazione di disabilità progetti di vita autonomi, partecipati e di inclusione sociale e di non discriminazione: un ruolo importante rivestono la scuola e la famiglia. Non è il primo accordo del genere sul territorio metropolitano: "l'intero territorio è stato interessato nel recente passato ad accordi di questo genere - conclude Barbara Azzarà -e come Città metropolitana siamo pronti a rinnovarli nelle zone in scadenza".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati