SuperAbile






In Interventi Inail


Infortunio ambito domestico rivalutazioni economiche da 1° gennaio 2021

prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale: settore infortuni in ambito domestico. Rivalutazione annuale Inail-circolare n. 34 del 14 dicembre 2021

7 gennaio 2022

Le prestazioni economiche erogate dall' Inail per i casi di infortunio in ambito domestico   
Rendita diretta
Per gli infortuni in ambito domestico la retribuzione convenzionale annua, per la liquidazione delle rendite corrisponde al minimale di legge previsto per il settore industria, Con decorrenza dal 1° gennaio 2021 è pari a euro 17.448,90. (Inail-circolare n. 34 del 14 dicembre 2021)
Se dall’infortunio domestico deriva una inabilità permanente al lavoro pari o superiore:
  • al 16% per gli infortuni occorsi a partire dal 1° gennaio 2019;
  • al 27% per gli infortuni occorsi a partire dal 1° gennaio 2007 fino al 31 dicembre 2018;
  • al 33% per gli infortuni occorsi a partire dal 1° marzo 2001 fino al 31 dicembre 2006;
viene corrisposta all’assicurato una rendita vitalizia, liquidata sulla base della retribuzione minima convenzionale stabilita per le rendite del settore industria.

Prestazione una tantum      
dal 1° gennaio 2019, se dall’infortunio domestico ne deriva una inabilità permanente al lavoro compresa tra il 6% e il 15%, viene erogatala pretazione economica una tantum .
L'importo della prestazione una tantum con decorrenza 1° gennaio 2021 è fissato nella misura di euro 337,41 (Inail-circolare n. 34 del 14 dicembre 2021)

Rendita ai superstiti
Se dall’infortunio domestico derivi, direttamente o indirettamente, la morte dell’assicurato/a, viene corrisposta una rendita a ciascuno dei superstiti aventi diritto, calcolata con le stesse modalità e percentuali stabilite per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. L’ammontare della rendita erogata ai superstiti non può superare l’intero importo della retribuzione minima convenzionale stabilita per le rendite del settore industria   

Assegno una tantum per infortunio mortale
dal 1° gennaio 2019, per gli infortuni mortali accaduti in ambito domestico, è corrisposto a favore dei superstiti degli assicurati deceduti l’assegno una tantum, ai sensi dell’articolo 1, comma 1126, lett. i, della legge n.145/2018, che ha modificato l’articolo 85, terzo comma del DPR 1124/1965,   
L’importo dell’assegno una tantum per i superstiti con decorrenza 1° gennaio 2021 è fissato nella misura di euro 10.542,45,  (Inail-circolare n. 34 del 14 dicembre 2021)
 
Assegno per l’assistenza personale continuativa
dal 1° gennaio 2019, ai titolari di rendita per inabilità permanente assoluta al 100%, che versano in una o più condizioni menomative, tra quelle elencate nella tabella (allegato 3) del testo unico n. 1124 del 1965, è corrisposto l’assegno per l’assistenza personale continuativa (APC), di cui all’articolo 76 del citato testo unico n. 1124 del 1965.  
L'importo dell’assegno, con decorrenza 1° gennaio 2021 è pari ad euro 574,59. (Inail-circolare n. 34 del 14 dicembre 2021)

Benefici Fondo vittime gravi infortuni
Sempre nel caso di eventi mortali è prevista una prestazione “una tantum” a carico del Fondo vittime gravi infortuni il cui importo è determinato in funzione del numero dei superstiti ed è fissato annualmente con decreto ministeriale in base alle risorse disponibili del predetto Fondo.
Per gli eventi verificatesi tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021
Tipologia  N. superstiti  Importo per nucleo superstiti (euro)
 

 
5.000,00

 
9.000,00

 
13.000,00

 
Più di 3  19.000,00


Gli importi relativi alla rivalutazione delle rendite, dovuti ai sensi dei citati decreti ministeriali del 23 settembre 2021, rispettivamente n. 186 e n. 188, sono liquidati d’ufficio, secondo le consuete modalità di pagamento delle prestazioni economiche continuative e corrisposti con il rateo di rendita elaborato nel mese di febbraio 2022.
La Direzione centrale per l’organizzazione digitale invia agli interessati, come di consueto, la comunicazione concernente il provvedimento di liquidazione delle rendite con l'indicazione del relativo conguaglio, mediante i modelli 170/I e 171/I.
Tali modelli, tra l'altro, riportano su apposito prospetto la situazione delle "quote integrative" e delle "rendite a superstiti" come risulta memorizzata negli archivi informatici.

In caso di variazioni anagrafiche, il reddituario deve comunicare alla Sede competente, entro 15 giorni dalla data di ricevimento dei modelli sopra citati, i propri dati anagrafici aggiornati, compilando la dichiarazione stampata sul retro.
Al ricevimento delle dichiarazioni dei reddituari, le Sedi provvederanno alla scansione e all’aggiornamento dei nuovi dati secondo le procedure in uso.

Come si paga l'Assicurazione per infortunio domestico
Per rinnovare l’assicurazione entro il 31 gennaio di ogni anno si deve pagare il premio utilizzando l’avviso di pagamento pagoPA. Si può pagare il premio tramite Pago PA, online sul sito dell’Inail, di Poste italiane spa, delle banche e di altri prestatori di servizi (la lista è pubblicata su www.pagopa.gov.it), oppure in tutti gli uffici di Poste Italiane, in banca, al bancomat, presso le ricevitorie, i tabaccai e i supermercati abilitati al servizio, utilizzando contanti o carte oppure con addebito in conto corrente.

Testo integrale della circolare Inail n. 36 del 14 dicembre 2021 

Per ulteriori informazioni

  • numero verde superabile 800.810.810.
  • dall'estero e da mobile al numero 06 455 39 607 (il costo della chiamata è legato al  piano tariffario del gestore utilizzato)
  • scrivi all'esperto: superabile@inail.it
si informa che il Contact Center integrato SuperAbile Inail  è  anche multilingue


Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati