SuperAbile






In Interventi Inail


Novità 2021 Assicurazione a tutela degli infortuni domestici

l' importo del premio è pari a 24 euro, e deve essere pagato ogni anno entro il 31 gennaio. Requisiti, iscrizione, prestazioni in caso di infortunio.

15 dicembre 2020

L’assicurazione presso l’Inail è obbligatoria per tutte le persone che:
hanno un’età compresa tra i 18 e i 67 anni;
svolgono un’attività rivolta alla cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente in cui dimorano;
non sono legate da vincoli di subordinazione;
prestano lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo, non svolgono cioè altre attività per le quali sussiste obbligo di iscrizione a un altro ente o cassa previdenziale.
Tra i soggetti obbligati a iscriversi, sempre che si occupino in modo non occasionale della cura dell’abitazione, rientrano anche: 
i pensionati, “di entrambi i sessi”, che non hanno superato i 67 anni;
i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione;
tutti coloro che, avendo già compiuto i 18 anni, lavorano esclusivamente in casa per la cura dei componenti della famiglia (ad esempio coloro che sono in attesa di prima occupazione);
gli studenti che dimorano nella città di residenza o in località diversa e che si occupano anche dell’ambiente in cui abitano;

Le categorie di lavoratori che devono assicurarsi per i periodi in cui non svolgono attività lavorativa, sono:
  • i lavoratori in Cassa Integrazione Guadagni (CIG) o beneficiari di prestazioni a carico dei Fondi di integrazione salariale (FIS);
  • i lavoratori che percepiscono indennità di disoccupazione previste dalle leggi vigenti a seguito della perdita involontaria dell’occupazione (NASpI e Dis-Coll);
  • i lavoratori stagionali, temporanei e a tempo determinato.
L’ampliamento della tutela, approvata dal 1° gennaio 2019, riguarda:
  • innalzamento del limite di età da 65 anni a 67 anni per la tutela assicurativa;
  • abbassamento del grado di inabilità permanente per il diritto alla rendita dal 27% al 16%;
  • corresponsione della prestazione una tantum per i gradi di inabilità accertata compresi tra il 6% e il 15%;
  • riconoscimento ai titolari di rendita con danni particolarmente gravi dell’assegno per l’assistenza personale continuativa di cui all’articolo 76 del testo unico n.1124 del 1965.
In relazione all’ampliamento delle prestazioni, a cui si ha diritto per gli eventi infortunistici avvenuti dal 1° gennaio 2019, l’importo del premio assicurativo a decorrere dalla predetta data è stato fissato dalla legge in euro 24,00 annui e deve essere pagato ogni anno entro il 31 gennaio.
Il premio è a carico dello Stato per le persone che presentano entrambi i seguenti requisiti:
  • possiedono un reddito personale complessivo lordo fino a 4.648,11 euro l’anno;
  • fanno parte di un nucleo familiare il cui reddito complessivo lordo non supera i 9.296,22 euro l’anno.
Ai fini della sussistenza dei requisiti di reddito che danno diritto all’esonero dal versamento del premio si fa riferimento al reddito complessivo lordo personale e del nucleo familiare dichiarato ai fini Irpef l’anno precedente la presentazione della dichiarazione sostitutiva

Le prestazioni economiche erogate da Inail, sono:

Rendita diretta
Se dall’infortunio domestico deriva una inabilità permanente al lavoro pari o superiore:
  • al 16% per gli infortuni occorsi a partire dal 1° gennaio 2019;
  • al 27% per gli infortuni occorsi a partire dal 1° gennaio 2007 fino al 31 dicembre 2018;
  • al 33% per gli infortuni occorsi a partire dal 1° marzo 2001 fino al 31 dicembre 2006;
viene corrisposta all’assicurato una rendita vitalizia, liquidata sulla base della retribuzione minima convenzionale stabilita per le rendite del settore industria. La rendita oscilla da un minimo di 106,02 euro, per inabilità del 16%, ad un massimo di 1.292,90 euro, per inabilità del 100%. La rendita, pagata mensilmente, spetta dal primo giorno successivo a quello di avvenuta guarigione clinica. Come tutte le rendite Inail, è esente da oneri fiscali. Tale rendita non è soggetta a revisione per modifica delle condizioni fisiche (miglioramento o peggioramento). Quindi il grado riconosciuto non è soggetto a variazione. La rendita per inabilità derivante da infortunio domestico viene rivalutata quando la retribuzione media giornaliera del settore industria raggiunge un incremento non inferiore al 10%

Rendita ai superstiti
nel caso in cui dall’infortunio derivi, direttamente o indirettamente, la morte dell’assicurato, viene corrisposta una rendita a ciascuno dei superstiti aventi diritto, calcolata con le stesse modalità e percentuali stabilite per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. L’ammontare della rendita erogata ai superstiti non può superare l’intero importo della retribuzione minima convenzionale stabilita per le rendite del settore industria che è pari 1.292,90 euro.

Prestazione una tantum
Per gli eventi verificatisi a decorrere dal 1° gennaio 2019, è corrisposta una prestazione una tantum di importo pari a 300 euro, rivalutato annualmente a partire dal 1° luglio di ogni anno, qualora l’inabilità permanente accertata, ai sensi dell’articolo 102 del testo unico n.1124 del 1965, sia compresa tra il 6% e il 15%

Assegno una tantum per infortunio mortale
Per gli infortuni mortali accaduti in ambito domestico, dal 1° gennaio 2019, è corrisposto a favore dei superstiti degli assicurati deceduti l’assegno una tantum, ai sensi dell’articolo 1, comma 1126, lett. i, della legge n.145/2018, che ha modificato l’articolo 85, terzo comma del DPR 1124/1965, pari a 10.000,00 euro .L’importo dell’assegno è rivalutato annualmente, a partire dal primo luglio di ogni anno, con apposito decreto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, sulla base della variazione effettiva dei prezzi al consumo
 
Assegno per l’assistenza personale continuativa
Dal 1° gennaio 2019, ai titolari di rendita per inabilità permanente assoluta al 100%, che versano in una o più condizioni menomative, tra quelle elencate nella tabella (allegato 3) del testo unico n. 1124 del 1965, è corrisposto l’assegno per l’assistenza personale continuativa (APC), di cui all’articolo 76 del citato testo unico n. 1124 del 1965. Dal 1° luglio 2020 l’importo dell’assegno è pari ad euro 547,75

Benefici Fondo vittime gravi infortuni
Sempre nel caso di eventi mortali è prevista una prestazione “una tantum” a carico del Fondo vittime gravi infortuni il cui importo è determinato in funzione del numero dei superstiti ed è fissato annualmente con decreto ministeriale in base alle risorse disponibili del predetto Fondo.

Come si paga l'Assicurazione
Per rinnovare l’assicurazione entro il 31 gennaio di ogni anno si deve pagare il premio utilizzando l’avviso di pagamento pagoPA. Si può pagare il premio tramite Pago PA, online sul sito dell’Inail, di Poste italiane spa, delle banche e di altri prestatori di servizi (la lista è pubblicatasu www.pagopa.gov.it), oppure in tutti gli uffici di Poste Italiane, in banca, al bancomat, presso le ricevitorie, i tabaccai e i supermercati abilitati al servizio, utilizzando contanti o carte oppure con addebito in conto corrente.

Per pagare sul sito www.inail.it, selezionare il seguente link: https://pagopa.inail.it/PagamentiPa/Index.do

Con il servizio online “Visualizza avviso di pagamento per rinnovo assicurazione” l’utente può visualizzare il numero di avviso di pagamento/IUV o scaricarlo per effettuare il pagamento.

Per i soggetti che si assicurano per la prima volta, le modalità del pagamento del premio sono quelle descritte nel paragrafo “L’iscrizione”,
alle quali si fa rinvio. Il premio assicurativo è annuale e non frazionabile, pertanto non si procede al rimborso se il soggetto perde i requisiti assicurativi nel corso dell’anno. Il premio assicurativo rientra tra gli oneri deducibili

Iscrizione
Dal 1° gennaio 2020 I soggetti in possesso dei requisiti assicurativi devono presentare all’Inail la domanda di iscrizione esclusivamente in modalità telematica attraverso il servizio online “Domanda di iscrizione e richiesta avviso di pagamento”, disponibile per gli utenti in possesso delle credenziali dispositive.
Le persone per le quali il pagamento del premio è a carico dello Stato dal 1° gennaio 2020 devono iscriversi presentando domanda esclusivamente attraverso il servizio online “Domanda di iscrizione e rinnovo con dichiarazione sostitutiva”.
  
Le persone già iscritte ricevono, entro la fine di ogni anno, una lettera dall’Inail con l’avviso di pagamento PA precompilato con i dati anagrafici e l’importo da versare entro il successivo 31 gennaio. L’avviso di pagamento viene comunque reso disponibile anche sui servizi telematici riservati all’assicurazione. L’assicurazione mantiene la sua validità fino al 31 dicembre, anche se la persona compie il 67° anno di età nel corso dell’anno per cui ha rinnovato l’assicurazione. Dal 1° gennaio 2020 i soggetti che abbiano diritto all’esonero dal pagamento del premio, devono presentare, sia per la prima iscrizione sia per il rinnovo, la domanda attestante la sussistenza dei requisiti reddituali esclusivamente con modalità telematica attraverso il servizio “Domanda di iscrizione e rinnovo con dichiarazione sostitutiva”. Non è più prevista la modalità automatica di rinnovo.

In caso di infortunio domestico
occorre rivolgersi, secondo necessità, a un ospedale o al proprio medico di famiglia per le consuete prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Nazionale, precisando che si tratta di infortunio domestico.

Cosa fare in caso di infortunio mortale
Nel caso in cui dall’infortunio domestico derivi la morte dell’assicurato, gli eventuali superstiti qualora sussistano i requisiti di assicurabilità, di regolarità nel pagamento del premio e gli altri presupposti di legge, devono presentare all’Inail domanda di erogazione della rendita. Per i benefici a carico del Fondo vittime gravi infortuni la domanda deve essere presentata su apposita modulistica approvata con decreto ministeriale

Per ulteriori informazioni
  • numero verde superabile 800.810.810.
  • dall'estero e da mobile al numero 06 455 39 607 (il costo della chiamata è legato al piano tariffario del gestore utilizzato)
  • scrivi all'esperto: superabile@inail.it
si informa che il Contact Center integrato SuperAbile Inail  è  anche multilin


© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore
immagine tratta da pixabey.com

di Rosanna Giovedi (scheda/foto)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati