SuperAbile






In Interventi Inail


Inail/Cip -Interventi di sostegno alla pratica dell’attività sportiva e ludico- motoria

Il Piano quadriennale (2022-2025) di attivita’ per la promozione e la diffusione della pratica sportiva delle persone con disabilita’ da lavoro

11 ottobre 2022

 Interventi di sostegno alla pratica dell’attività sportiva e ludico-motoria

Gli interventi  di sostegno alla pratica sportiva sono mirati a sostenere l’infortunato/tecnopatico nella pratica dell’attività, ricreativa o ludico-motoria in quanto utile a migliorare il benessere psicofisico della persona anche mediante l’adozione di stili di vita adeguati alla condizione di disabilità.
Di seguito, sono indicati i principali interventi che rientrano in tale tipologia:
  • eventi ricreativi e socializzanti che coniugano l’attività motoria o sportiva con gli aspetti ricreativi, culturali, naturalistici e di socializzazione;
  • avviamento ad attività sportive e alla pratica delle stesse, non rientranti tra quelle disciplinate dall’articolo 1, comma 372, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 e del relativo piano quadriennale, previa iscrizione a Società sportive affiliate al Cip o a Enti di promozione sportiva riconosciuti dal Cip.
Nella tipologia di interventi di cui al presente punto è ricompresa anche l’erogazione di dispositivi e l’adattamento dell’attrezzatura per la pratica sportiva, ricreativa e/o ludico-motoria che sono individuati con verbale dell’équipe multidisciplinare.
I dispositivi e l’adattamento dell’attrezzatura per la pratica sportiva, ricreativa e/o ludico-motoria sono individuati nel verbale dell’équipe multidisciplinare di I livello. Per tutti gli altri interventi, l’individuazione avviene nell’ambito di un progetto personalizzato elaborato dall’équipe stessa in conformità alla scheda progetto di cui all’allegato 4 della circolare Inail n. 28 del 7 gennaio 2022,, tenendo conto delle specifiche esigenze dell’infortunato/tecnopatico e del suo contesto familiare e socio-ambientale.
 

Il Piano quadriennale (2022-2025) di attivita’ per la promozione e la diffusione della pratica sportiva delle persone con disabilita’ da lavoro
 
Il piano quadriennale conferma  le aree di intervento,  indicate nel Piano 2018-2021 nell’ambito delle quali sono declinate distinte tipologia di attività omogenee per finalità e natura:
  • iniziative promozionali per la diffusione della cultura dello sport a favore delle persone con disabilità;
  • iniziative di collaborazione, consulenza, formazione, studio per la diffusione dello sport tra le persone con disabilità da Iavoro;
  • sostegno all’orientamento, aII’avviamento e alla pratica sportiva delle persone con disabilità da Iavoro. 
il Cip promuove  il reinserimento sociale attraverso la pratica sportiva, amatoriale e/o agonistica, in occasione di eventi sportivi internazionali, nazionali e territoriali relativi a tutte le discipline sportive organizzati direttamente dal Cip o dai suoi organismi riconosciuti.
Sostegno all’orientamento, all’avviamento e alla pratica sportiva delle persone con disabilità da lavoro
Il CIP assicura, anche per il tramite dei Comitati regionali, l’attività di Sportelli Informativi situati presso le strutture territoriali Inail, compresi il Centro Protesi di Vigorso di Budrio e sue filiali e il Centro di Riabilitazione Motoria di Volterra, mirati alla promozione e sensibilizzazione alla pratica sportiva nei confronti dei propri assistiti.  

Per l’assistito Inail che, anche all’esito della suddetta attività di avviamento, e in coerenza con il suo percorso personalizzato, ne faccia richiesta, il Cip  sostiene il costo di un corso costituito da 40 lezioni di minimo 45 minuti cadauno nella disciplina sportiva individuata in quanto funzionale  all’ottimale percorso riabilitativo dell’assistito stesso nonché il costo di un analogo corso in un’ulteriore disciplina. Entrambi i corsi possono essere reiterati, a richiesta, per 2 volte, fino a un massimo complessivo di 6 corsi per assistito. E’ prevista la possibilità di ripetere i corsi nella stessa disciplina fino a un massimo di 6 nel corso del quadriennio solo nel caso in cui le condizioni dell’assistito non consentano l’avviamento a una diversa disciplina.
Resta salva la possibilità per le discipline sportive individuate di concerto con il Cip che, per la Ioro natura o per il luogo in cui vengono esercitate, richiedono prolungati tempi di preparazione, di accorpare in un’unica sessione un massimo di tre lezioni.
Il Cip si farà carico, inoltre, dei costi di tesseramento comprensivi del certificato medico sportivo e degli accertamenti medici necessari al rilascio dello stesso. Sempre nell’ambito delle iniziative di cui all’area di intervento del Cip, fornirà, altresì, idoneo supporto organizzativo ai tesserati Inail, attraverso i propri organi territoriali e le associazioni sportive affiliate alle entità riconosciute dal Cip.
Il Cip valuterà le modalità di forme di sostegno economico (forfettario, a piè di lista etc) alle spese di trasporto necessarie a frequentare i corsi di avviamento, laddove le strutture sportive sede dei corsi siano localizzate fuori dal comune di domicilio dell’assistito.

Per approfondire:
Piano quadriennale di attivita’ per la promozione e la diffusione della pratica sportiva delle persone con disabilita’ da lavoro 2022/2025
 
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati