SuperAbile






In Normativa e Diritti


INDICE del nuovo regolamento Inail per l'erogazione degli interventi

la delibera dell’Inail 14 dicembre 2021, n. 404 ha approvato il nuovo regolamento per l’erogazione degli interventi nei confronti degli invalidi da la voro e loro familiari che annulla e sostituisce il Regolamento del 29 settembre 2011, n. 261

14 febbraio 2022

Regolamento per l’erogazione degli interventi per il recupero funzionale della persona, per l’autonomia e per il reinserimento nella vita di relazione

Il Regolamento si articola in quattro Capi, il primo dei quali contiene le disposizioni comuni a tutte le tipologie di interventi, mentre i successivi tre contengono disposizioni specifiche per ciascuna delle tre tipologie dallo stesso definite.















INDICE

 Capo I Disposizioni comuni

Capo II Interventi per il recupero funzionale della persona
 Capo III Interventi per l’autonomia
Capo IV Interventi per il reinserimento nella vita di relazione Allegato 1:Équipe multidisciplinare: composizione, competenze e modalità di funzionamento

Allegato 2: Tabella dei tempi massimi di consegna, tempi minimi di garanzia e di rinnovo dei dispositivi e degli interventi

Allegato 3: preventivo/scheda progetto per gli interventi per il recupero funzionale (su carta intestata del fornitore)

Allegato 4 Preventivo/scheda progetto per gli interventi di reinserimento nella vita di relazione (su carta intestata del professionista)

Allegato 5: Scheda Progetto per gli interventi di reinserimento nella vita di relazione


DEFINIZIONI

  • APPROPRIATEZZA: rispondenza dell’intervento proposto all’obiettivo di recupero funzionale, di autonomia o di reinserimento nella vita di relazione dello specifico destinatario.
  • AUTONOMIA NELL’AMBITO DOMESTICO E NELLA MOBILITA’: risultato perseguito con interventi finalizzati a consentire l’accessibilità e la fruibilità dell’abitazione e a consentire all’infortunato/tecnopatico di far fronte alle limitazioni della mobilità, della comunicazione e della gestione dell’ambiente domestico conseguenti alle menomazioni riportate.
  • AUTORIZZAZIONE all’erogazione dell’intervento: è prevista nel caso di erogazione in forma indiretta e consiste nell’autorizzazione al fornitore esterno di procedere all’erogazione.
  • COLLAUDO: verifica dell’idoneità tecnico-funzionale del dispositivo, del suo funzionamento, nonché della corrispondenza alla prescrizione medica, ove richiesta.
  • CONFORMITÀ: coerenza formale di atti del fornitore esterno (preventivo/scheda progetto o altro) al modello predisposto dall’Istituto e completezza dei dati ivi richiesti.
  • CONGRUITÀ ECONOMICA: compatibilità dei costi esposti dal fornitore esterno con i criteri di economicità definiti dall’Istituto.
  • CORRETTEZZA TECNICA: rispetto, nel preventivo/scheda-progetto, delle regole tecniche necessarie per l’efficace attuazione dell’intervento.
  • CORRISPONDENZA: positivo riscontro tra il preventivo/scheda progetto del fornitore e la prescrizione Inail o il verbale o l’eventuale progetto dell’équipe multidisciplinare.
  • DISPOSITIVO MEDICO: qualunque strumento, apparecchio, apparecchiatura, software, impianto, reagente, materiale o altro articolo, destinato dal fabbricante a essere impiegato sull’uomo, da solo o in combinazione, per una o più delle seguenti destinazioni d’uso mediche specifiche: diagnosi, prevenzione, monitoraggio, previsione, prognosi, trattamento o attenuazione di malattie; diagnosi, monitoraggio, trattamento, attenuazione o compensazione di una lesione o di una disabilità; studio, sostituzione o modifica dell’anatomia oppure di un processo o stato fisiologico o patologico; fornire informazioni attraverso l’esame in vitro di campioni provenienti dal corpo umano, inclusi sangue e tessuti donati, e che non esercita nel o sul corpo umano l’azione principale cui è destinato mediante mezzi farmacologici, immunologici o metabolici, ma la cui funzione può essere coadiuvata da tali mezzi, come da Regolamento 2017/745/UE.
  • ÉQUIPE MULTIDISCIPLINARE: gruppo di lavoro multiprofessionale, articolato su tre livelli, che assicura l’approccio interdisciplinare per la soluzione dei bisogni dell’infortunato/tecnopatico e dei suoi familiari
  • FINALITÀ FUNZIONALE E FINALITÀ TERAPEUTICA: la finalità funzionale è assolta dai dispositivi che compensano, supportano, ausiliano la funzione lesa; la finalità terapeutica è assolta dai dispositivi che hanno lo scopo di curare e avviare e/o indirizzare la lesione verso la guarigione. Uno stesso dispositivo può rispondere ad ambedue le finalità.
  • NECESSITÀ E URGENZA: situazione che giustifica il ricorso, da parte dell’infortunato/tecnopatico, a fornitore da lui prescelto senza previa autorizzazione dell’Inail, motivato dall’impossibilità di differire l’intervento a causa della ragionevole previsione di un peggioramento o di un danno incombente alla salute o all’autonomia della persona.
  • PRESCRIZIONE MEDICA: indicazione certificata del trattamento consigliato nel caso di specie che, per l’avvio del procedimento di erogazione dell’intervento, deve essere rilasciata, quale condizione necessaria, dal parte del medico Inail.
  • PREVENTIVO/SCHEDA-PROGETTO: documento predisposto da fornitori esterni all’Istituto, contenente l’indicazione del costo della prestazione e la descrizione dettagliata della prestazione stessa, nonché di eventuali dispositivi oggetto di fornitura, dei singoli componenti degli stessi e degli adattamenti o personalizzazioni eventualmente necessari.
  • PROGETTO DELL’ÉQUIPE MULTIDISCIPLINARE: documento contenente il percorso di sostegno dell’infortunato/tecnopatico e/o dei suoi familiari, anche ai fini del reinserimento familiare, sociale e lavorativo dell’infortunato/tecnopatico. Nel documento sono indicati: motivazioni e contesto di riferimento, obiettivi perseguiti, interventi individuati e risorse attivate, tempi e costi di realizzazione, modalità di verifica e di valutazione dei risultati del progetto.
  • RECUPERO FUNZIONALE: risultato perseguito con un insieme di interventi mirati a reintegrare le funzioni - venute meno - dell’infortunato/tecnopatico, consentendo allo stesso il massimo recupero possibile dell’integrità psico-fisica.
  • REINSERIMENTO VITA DI RELAZIONE: insieme di interventi mirati a sostenere l’infortunato/tecnopatico nel recupero dell’autonomia di vita quotidiana nelle sue estrinsecazioni personali, familiari, sociali e lavorative.
  • SCHEDA-PROGETTO: documento predisposto dalla competente Struttura dell’Istituto contenente la descrizione dettagliata della prestazione, di eventuali dispositivi oggetto di fornitura, dei singoli componenti degli stessi e degli eventuali adattamenti o personalizzazioni eventualmente necessari nonchè l’eventuale programma di addestramento/training all’uso del dispositivo (riabilitazione).
  • VERBALE DELL’ÉQUIPE MULTIDISCIPLINARE: documento redatto dall’équipe multidisciplinare che riporta le valutazioni dei suoi diversi componenti e che si conclude, di norma, con l’individuazione dell’intervento ritenuto appropriato, ferma restando la formulazione di un progetto dell’équipe stessa, quando necessaria.
Per ulteriori informazioni
  • numero verde superabile 800.810.810.
  • dall'estero e da mobile al numero 06 455 39 607 (il costo della chiamata è legato al  piano tariffario del gestore utilizzato)
  • scrivi all'esperto: superabile@inail.it
si informa che il Contact Center integrato SuperAbile Inail è anche multilingue


 

di Rosanna Giovedi (scheda/foto)

Commenti

torna su

Stai commentando come

  • PPLFNC57A10D171E
    Desidero scaricare l'ultimo regolamento protesico inail. Mi dite come fare Grazie Francesco

  • Rosanna Giovedi
    Gentile Francesco, il testo in vigore è quello del 2011. Lo può scaricare per intero in formato pdf e lo trova in allegato alla fine del presente articolo col nome Testo del Regolamento Protesico 2011 formato pdf.

    Per qualsiasi informazione le ricordiamo che può contattarci tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 al numero verde 800 810 810 o scrivere a superabile@inail.it.

    Cordiali Saluti



Procedure per

Percorsi personalizzati