SuperAbile






In Accessibilità


Agenzia delle Entrate: indicazioni sui collegamenti verticali

Per i condomini, ancora di più con il bonus 75%, è interessante la possibilità di accedere alle agevolazioni fiscali installando meccanismi di collegamento verticale. L’Agenzia delle Entrate ha fornito alcune precisazioni.

6 maggio 2022

L’Agenzia delle Entrate ha fornito negli anni alcune indicazioni applicative sulle condizioni e sulla ripartizione dell’agevolazione tra i condomini nel caso di installazione di sistemi di collegamento verticale (rientrano tra gli interventi che danno diritto alla detrazione Irpef per recupero del patrimonio edilizio aventi a oggetto ascensori e montacarichi (articolo 16-bis, comma 1, lettera e, Tuir).
Le indicazioni applicative sono utili per un accesso corretto alle disposizioni fiscali in tema di agevolazioni; fornite con le circolari e anche con gli interpelli.
Quest’ultimo è uno strumento utilizzabile dal contribuente per inoltrare una richiesta all'Agenzia per ottenere chiarimenti in relazione a un caso concreto e personale (previsto art.11 comma 1 lettera a Legge 212/2000 modificato da D.M.156/15 art.1).
Le risposte fornite dalla Agenzia delle Entrate, attraverso le risoluzioni in risposta agli interpelli, per quanto riguardanti specifiche circostanze di interesse del contribuente interpellante, offrono un valido orientamento a supporto per altre situazioni verificabili e sono loro stesse utilizzate come riferimento per le indicazioni delle circolari emanate; definiscono alcuni punti che ampliano e apportano indicazioni per comprendere alcuni aspetti di interesse generale.
Nel caso dei benefici fiscali concessi per l’istallazione di sistemi di collegamento verticale nelle parti comuni dei condomini l’Agenzia delle Entrate con: Risoluzione n. 264/E del 25 giugno 2008, Risoluzione n. 336/E dell’1 agosto 2008, Circolare n. 57 del 24 febbraio 1998, Circolare n 7/E 2018, ha fornito precisazioni che si aggiungono alle procedure da seguire affinché le agevolazioni siano concesse. Gli ambiti di applicazione devono comunque sempre essere confrontati con il singolo caso e trovare la corretta attuazione anche secondo quanto indicato per il bonus 75%. In sintesi indicano che:
  • l’installazione dell’ascensore da parte del singolo condomino è considerata tra gli interventi per il recupero edilizio finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche le cui spese sono tra quelle per le quali è possibile accedere ai benefici fiscali ed è realizzabile in assenza di approvazione da parte del condominio, ma in presenza della autorizzazione del comune;
  • le spese sostenute da un singolo condomino per l’installazione di un ascensore in un condominio, per l’eliminazione delle barriere architettoniche, sono detraibili anche in mancanza della delibera dell’assemblea condominiale;
  • un ascensore istallato nel cavedio condominiale, che è parte comune del condominio diviene “oggetto di proprietà” comune utilizzabile da tutti i condomini e per questo la detrazione del beneficio fiscale spettante al contribuente, che lo ha installato a proprie spese, è limitata alla parte di spesa riferibile alla quota imputabile sulla base dei millesimi della tabella condominiale;
  • la detrazione è spettante per l’intero al condomino nel caso di installazione del montascale realizzata a proprie spese. In questa circostanza il montascale, sebbene collocato in una parte comune dell’edificio, è considerato un mezzo di ausilio utile esclusivamente alla persona con disabilità per raggiungere parte dell’immobile.
Il caso dell’ascensore e del montascale definiscono due distinte situazioni in cui la detrazione del beneficio fiscale spettante al condomino/contribuente può essere per la quota parte riferita ai millesimi condominiali, oppure per l’intero in relazione al tipo ed all’utilizzo del sistema di sollevamento verticale (per l’intero nel caso sia utile a soddisfare le esigenze di un singolo, per quota millesimale se utile a tutti).
 
È necessario precisare che debbono essere verificate e attuate tutte le prescrizioni di natura tecnica, amministrativa e legislativa del caso considerandole come requisito imprescindibile per l’accesso alle forme di beneficio fiscale secondo le modalità previste.

 
© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore
Immagine tratta da pixabay.com

di Giuseppina Carella

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati